Cypag punta sull'intelligenza artificiale per garantire la sicurezza dei lavoratori in azienda
E' nato Radiusafe, dispositivo che garantisce il distanziamento. "Ma è diverso da tutti gli altri" spiega il Corporate Manager, Luca Pagni. Grazie all'intelligenza artificiale, permette di monitorare i comportamenti in un'ottica di miglioramento della sicurezza

Ci siamo chiesti cosa potessimo fare per tirare fuori da una situazione difficile qualcosa di positivo ma, soprattutto, innovativo. Così abbiamo progettato il Radiusafe, un nuovo strumento che ci permette di garantire la sicurezza in azienda in termini di distanziamento sociale. Si tratta di un prodotto diverso dagli altri presenti sul mercato: volevamo uno strumento che consentisse ai lavoratori di operare in modo sicuro senza, però, oberarli di regole o responsabilità“. A parlare è Luca Pagani, Corporate Manager di Cy.Pag, azienda manifatturiera specializzata in pneumatica ma che da da quasi dieci anni ha sviluppato anche prodotti per la sicurezza per carrelli elevatori a marchio SIS (Safety Improvement System).

Cy.Pag, fondata nel 1995 a Morbegno in Valtellina, vanta una sede di 4mila metri quadri e la sua è una storia di innovazione: l’azienda, infatti, negli anni ha portato i propri progetti in oltre 40 Paesi di tutto il mondo. Come tutte, anche Cy.Pag si è trovata ad affrontare l’emergenza legata alla diffusione del Covid-19 che non solo ha stravolto il modo di vivere di ognuno ma, soprattutto, di fare azienda. Con l’arrivo della pandemia, le aziende manifatturiere sono state tra le più penalizzate, perché produttività e distanziamento interpersonale sembrano due opposti inconciliabili. Ed è proprio da qui che è nato il nuovo progetto di Cy.Pag: non solo un prodotto, ma una strategia altamente innovativa per salvaguardare i lavoratori e mantenere, nel contempo, l’alta produttività aziendale.

Ne parliamo con Luca Pagani, Corporate Manager di Cy.Pag

Che impatto ha avuto l’emergenza Covid per Cy.Pag?

Come per tutte le aziende è stato un avvenimento imprevedibile, anche se poi l’imprevedibilità e il rischio fanno parte dell’essere imprenditori. Di fronte a questa situazione straordinaria, la normale gestione nella nostra azienda è saltata. Questa situazione mi ha portato a pensare a come innovare e a fare qualcosa di diverso, perché sono convinto che il dopo-Covid non sarà più come prima. Bisogna pensare a qualcosa di nuovo nel modo di lavorare, anche nei prodotti e servizi che offriamo e cercare di minimizzare gli impatti negativi che ha portato questa situazione.

Quali sono le strategie che avete utilizzato per mantenere la produttività e minimizzare l’impatto negativo?

Questa è stata una delle sfide più inusuali che ci siamo trovati ad affrontare. Come tutte le aziende manifatturiere ci siamo dovuti adattare a una serie di procedure e limitazioni in termini di igiene e sicurezza aziendale, procedure che sono sacrosante esattamente come è doveroso garantire la continuità aziendale, sia per i dipendenti che per i clienti. Negli ultimi mesi abbiamo cercato di garantire la massima assistenza ai clienti da dove possibile, abbiamo organizzato sessioni di webinar, abbiamo intensificato lo smart working e tante altre iniziative, sempre con l’obiettivo di mantenere alta la comunicazione. Ci sono state tante novità in questi mesi nel modo di fare azienda ma uno dei temi principali per me è stato sempre quello di trovare il modo di garantire la sicurezza ai dipendenti.

Come avete garantito la sicurezza dei lavoratori?

Da questa situazione di crisi e il nostro spirito innovativo che abbiamo da tanti anni, è nato un nuovo prodotto: Radiusafe. E’ stato per noi una bellissima avventura: è nato dall’esigenza di garantire la sufficiente distanza sociale senza però oberare o dare ai nostri lavoratori troppe responsabilità o troppe regole che non riuscirebbero a seguire. Avevamo bisogno di uno strumento facile da utilizzare e che garantisse ai nostri dipendenti, ma anche a noi come azienda, totale sicurezza.

Questa, per noi, è stata una sfida molto interessante, abbiamo sviluppato un prodotto innovativo ma prima abbiamo voluto anche verificare cosa c’era sul mercato e quello che abbiamo visto non ci è piaciuto, perciò abbiamo deciso di proporre Radiusafe. Radiusafe è un’alternativa molto più valida rispetto agli altri prodotti sul mercato, si basa sul fatto di mettere al centro il lavoratore come persona che deve fare il proprio lavoro in sicurezza, cercando però di mantenere anche la propria produttività. Questo aspetto interessa molto anche all’azienda naturalmente.

Cypag punta sull'intelligenza artificiale per garantire la sicurezza dei lavoratori in azienda

Non siete i primi a proporre una soluzione di distanziamento interpersonale: Perché la vostra è più efficace?

Innanzitutto, nasce per noi stessi. Noi siamo un’azienda manifatturiera e io ho cercato di capire come lavorano i nostri dipendenti, quindi il nostro target è questo. Ci siamo accorti che ci sono tante soluzioni sul mercato, alcune anche di dubbia qualità, ma la maggior parte si limita a segnalare unicamente la distanza, che certo non è male ma non aiuta a capire e responsabilizzare i lavoratori sull’andamento giornaliero. Ovvero: se oggi mi sono comportato bene, se sono stato bravo, se sono riuscito a lavorare in sicurezza oppure no. Un avviso solo nel momento di avvicinamento non ti dà esattamente la sensazione di come ti stai comportando e, se la vuoi avere, ad oggi le soluzioni sul mercato ti costringono a scaricare i dati ogni giorno, lavorarli e immagazzinarli.

In un’azienda nessuno ha il tempo e le competenze per fare questo lavoro, quindi abbiamo trovato la soluzione (brevettata) che è quella di dare attraverso la Nextometer (un Led sul nostro dispositivo ) dotata di intelligenza artificiale un feedback non solo immediato ma anche a fine giornata lavorativa. Un lavoratore e un dipendente sapranno, quindi, com’è andata la giornata lavorativa (sempre parlando di distanziamento), quanti contatti hai avuto e se ti sei comportato bene o male.

Questo è un aspetto molto importante, i nostri dipendenti sono sereni perché non hanno bisogno di troppe complicanze e, a dirla tutta, è diventato quasi un gioco vedere a fine giornata come ti sei comportato. La NextoMeter è l’aspetto più innovativo e interessante.

Secondo lei, come cambierà il modo di fare azienda in futuro?

Sperando che questa emergenza finisca presto, sono un po’ preoccupato nel vedere che si stia abbassando la guardia, non è il momento giusto di farlo, ancora non abbiamo nessuna certezza medica e quindi in questa soluzione non voglio mantenere a lungo i miei dipendenti nell’incertezza. Quando questa pandemia finirà il nostro oggetto rimarrà uno strumento che anche noi continueremo ad utilizzare per la sicurezza aziendale perché, alla fine, misura la distanza tra persone ma anche tra persone e cose.

Quando abbiamo sviluppato il SIS, il nostro sistema di sicurezza per carrelli elevatori, sapevamo benissimo quanto fosse importante mantenere la distanza di sicurezza, non tanto tra le persone, ma tra persone e aree produttive, oppure tra persone e carrelli o altri oggetti. Radiusafe funziona esattamente anche per qualunque altra esigenza di sicurezza, ciò non significa che terminata l’emergenza andrà buttato ma si può programmare e utilizzare per garantire sicurezza in azienda.

logo cypag

Via del Commercio, 13
23017 Morbegno (SO)
Italy

+39 0342 60.50.11

info@cypag.com