Scivolate e inciampi per il mondo del cleaning sono rischi che si corrono quasi all’ordine del giorno. Sia per chi opera nel settore che per le persone che in generale frequentano luoghi che necessitano di una pulizia professionale.
Ma…esistono delle linee guida per aiutare chi opera nel settore delle pulizie a prevenire incidenti simili?

Cosa può fare l’impresa di pulizie?
Il primo step che un’azienda dovrebbe fare è assicurarsi che i suoi dipendenti e chiunque altro possa trovarsi nei luoghi da pulire (come visitatori o pubblico) siano al sicuro da eventuali danni. È necessario valutare il rischio di scivolate, inciampi, cadute, – che sono le cause più comuni di lesioni gravi sul luogo di lavoro – prendendo precauzioni ragionevoli.

Il processo di pulizia può creare rischi soprattutto per coloro che hanno accesso all’area da pulire, come gli addetti alle pulizie. Gli esempi includono pavimenti lisci, lasciati umidi e scivolosi, fili trascinati da un aspirapolvere o da una lucidatrice, che possono rappresentare un rischio di inciampo.
Per questa ragione, un regime di pulizia efficace richiede un buon sistema di gestione che aiuti a identificare le aree problematiche, decidere cosa fare, agire sulle decisioni prese e verificare che tutti gli step siano stati efficaci.

Formazione e comunicazione
È inoltre necessaria una buona comunicazione a tutti i livelli per garantire che i messaggi arrivino agli operatori dell’azienda e che venga intrapresa l’azione giusta, ad esempio nel legame tra apparecchiature e fornitori di prodotti chimici, per garantire l’idoneità di un prodotto per il tipo di pavimento che andrà a pulire.

Una formazione e una supervisione efficaci sono essenziali per garantire che la pulizia venga eseguita secondo gli standard corretti. Gli addetti alle pulizie devono essere informati dei loro compiti e del motivo per cui la pulizia deve essere effettuata in un modo particolare o in un momento particolare. La mancanza di comprensione può portare a scorciatoie inappropriate.

Tra i migliori suggerimenti:

  • Utilizzare la quantità corretta del giusto prodotto per la pulizia
  • Lasciare ai detersivi il tempo necessario per agire sui pavimenti (di differenti tipologie: porosi, lisci, ecc)
  • Assicurarsi che l’attrezzatura per la pulizia sia in buono stato di manutenzione
  • Utilizzare uno straccio asciutto o un tergipavimento sui pavimenti bagnati per ridurre il tempo di asciugatura del pavimento

Le persone spesso scivolano sui pavimenti che sono stati lasciati bagnati dopo la pulizia. Interrompere l’accesso pedonale a pavimenti bagnati lisci utilizzando barriere è importante, per evitare l’accesso all’area. Anche perché spesso, cartelli e coni vengono spesso ignorati e non impediscono alle persone di entrare in uno spazio (che potrebbe essere bagnato!).

Alcune valutazioni semplici che potrebbero essere fatte:

Pavimenti bagnati
La maggior parte degli scivolamenti si verifica su pavimenti bagnati o sporchi. E’ necessario assicurarsi che la pulizia avvenga al momento giusto e venga eseguita nel modo corretto, utilizzando i prodotti e le attrezzature idonee al lavoro. E’ importante anche assicurarsi che venga sempre utilizzata la segnaletica per pavimenti bagnati.

Pavimento in pessime condizioni
È facile inciampare su pavimenti danneggiati, quindi, se si nota un’area danneggiata, andrebbe evidenziata, e, laddove possibile, le persone allontanate.

Rischi di inciampo
E’, infine, fondamentale che gli addetti alle pulizie utilizzino le prese elettriche più vicine al luogo in cui lavorano per ridurre il rischio di inciampare. Fili molto lunghi o molto tesi potrebbero rappresentare delle vere e proprie “trappole” per chi è distratto.