Bravi Platforms partecipa al GIS con una gamma completa, per rispondere alle nuove tendenze del sollevamento, tra contaminazioni con la movimentazione e la scoperta del noleggio anche per nuove nicchie inesplorate

Il GIS, la fiera italiana dedicata al sollevamento e ai trasporti eccezionali, è alle porte e Bravi Platforms non può mancare. Sarà infatti presente con la sua gamma di soluzioni dedicate al low-level access.

Bravi Platforms
al GIS di Piacenza dal 5 al 7 ottobre
Stand I61, area esterna

Bravi Platforms offrirà ai visitatori della fiera un’esposizione di prestigio con vari protagonisti: il suo iconico Leonardo HD accompagnato dagli accessori della linea (tra cui una novità per il mercato italiano) e, in esposizione, ci saranno anche i nuovi commissionatori e push-around che stanno già conquistando il mercato.

Ma vediamo più nel dettaglio che cosa porterà Bravi Platform sal GIS.

La piattaforma Leonardo HD

Leonardo HD non ha bisogno di grandi presentazioni, è uno dei prodotti più significativi di casa Bravi. Si tratta di una piattaforma che può sostituire impalcature e scale a pioli, sicura, robusta e facile da trasportare. Si pilota tramite un display LCD che mostra lo stato del veicolo e della batteria.
Ha una portata di 180 Kg e dimensioni ridotte (1200x760x1747 mm).

Ha una serie di accessori che, oltre a portare gli operatori all’altezza desiderata in tutta sicurezza, agevolano le loro mansioni, come la posa di pannelli in cartongesso e le ispezioni.
In esposizione al GIS ci saranno anche questi accessori: Solo-Gyps e Small-E.

Leonardo HD con Solo-Gyps

Solo-Gyps

Solo-Gyps è l’accessorio che viene utilizzato su Leonardo HD per installare pannelli, soffitti, controsoffitti, soluzioni acustiche, muri a secco…
Il dispositivo pesa 45 kg, può portare pannelli lunghi fino a 3,65 m e può sollevare fino a 40 kg; ha quattro diverse altezze di posizionamento.

Small-E

Il GIS è la prima presentazione italiana dello Small-E, il modulo che, installato sul Leonardo HD, porta l’operatore ad un ulteriore livello di altezza, in tutta sicurezza. Una volta installato, permette di rendere più sicuri, ad esempio, i lavori di ispezione su soffitti. È dotato di un comando che consente all’operatore di manovrare la PLE anche dalla posizione rialzata.
È rimovibile e si può installare con un sistema di fissaggio a sgancio rapido.

Leonardo HD con Small-E

Sprint

Bravi Platforms arriva al GIS anche con il suo commissionatore Sprint che raggiunge un’altezza di lavoro di 5,35 metri. Si adatta a molti contesti, eliminando il rischio di infortuni causati dalla movimentazione manuale delle merci. È comandato tramite pannello di controllo con display LCD che mostra lo stato del veicolo e della batteria.

Commissionatore motorizzato Sprint

Spin-Go

Push-around di dimensioni ridotte e maneggevole, è una piccola piattaforma che consente di spostarsi agevolmente in piccoli spazi, raggiungendo un’altezza di lavoro di 4,17 metri.
Rappresenta un’ottima alternativa più sicura a scale, podi e sgabelli. Anche questa sarà in esposizione al GIS allo stand Bravi Platforms.

Piattaforma verticale a spinta manuale Spin-Go

Le nuove tendenze nel settore del sollevamento

Secondo Bravi Platforms il comparto del sollevamento si sta evolvendo. Come ogni evoluzione, anche questa passa attraverso delle contaminazioni e nuove risposte alle mutevoli esigenze del mercato.

Ecco perché Bravi Platforms ha deciso di portare al GIS anche prodotti come stoccatori e push-around che, sempre più richiesti dal mercato, indicano chiaramente che il sollevamento e la movimentazione sono sempre più contigui, si contaminano a vicenda, accumunati da esigenze simili.

“Non a caso – spiegano da Bravi Platforms – eventi come il GIS sono sempre più frequentati anche da rivenditori del mondo del carrello elevatore e della movimentazione.
Le aziende ormai vogliono offrire ai loro clienti soluzioni, non prodotti. Quindi si stanno allontanando dalla logica delle categorie merceologiche fisse.
Avere una gamma più varia di proposte permette anche di rispondere a diverse tipologie di clienti, andando ad abbracciare nuove nicchie. E noi è proprio questo che vogliamo fornire ai nostri clienti: una maggiore varietà, per poter rispondere adeguatamente, a loro volta, ai loro interlocutori.
Abbiamo constatato che, macchine come lo Sprint e lo Spin-Go, sono molto ricercate sia dai rivenditori di carrelli che dai noleggiatori di piattaforme, perché hanno una versatilità che le rende appetibili in molte situazioni, rispondendo a varie esigenze.
Al GIS vogliamo incontrare gli operatori del settore, confrontarci con loro sulle nuove tendenze e presentare le nostre soluzioni”.

Bravi Platforms: un primo semestre positivo

I primi sei mesi del 2023 si sono conclusi ancora una volta in positivo per la Bravi Platforms.

Vediamo qualche numero significativo.

Fatturato globale gennaio/giugno 2023: € 15.008.785,95 (+il 22% sullo stesso periodo 2022).
Il fatturato è così suddiviso:

56% dal modello LEONARDO HD
36% dal modello SPRINT
6% dal modello SPIN-GO
2% dal modello LUI 460

Una crescita costante e in recupero rispetto al primo semestre dello scorso anno, anche grazie alla nuova riorganizzazione e al potenziamento della supply chain che ha permesso di recupere il rallentamento causato della scarsa reperibilità di componenti, soprattutto elettronici.