Da un accordo di partnership all'espansione delle aree tematiche e le prospettive di crescita: un'analisi completa dell'unione tra A&T e Italian Exhibition Group (IEG) nell'ambito delle fiere industriali.

È stata finalizzata con successo la partnership mirante allo sviluppo del progetto fieristico A&T. L’accordo coinvolge Italian Exhibition Group S.p.A. (IEG), una società di spicco nell’ambito dell’organizzazione di eventi fieristici internazionali, che ora detiene il 51% delle azioni di A&T S.r.l., l’azienda che è proprietaria e responsabile dell’organizzazione dell’evento A&T – Automation & Testing. Questa manifestazione, che si appresta a celebrare la sua 18a edizione a Torino nel prossimo febbraio, segnerà anche l’apertura della sua prima edizione nel nord est, presso il centro fieristico di Vicenza, prevista per il 25 ottobre 2023.

L’evoluzione e la mission di A&T

A&T, fondata nel 2007, ha svolto un ruolo chiave nella creazione e nel consolidamento di un evento focalizzato sull’Innovazione, la Tecnologia e l’Affidabilità per l’industria, mirando alla trasformazione dall’ottica 4.0 alla 5.0. Questo evento, rivolto al mercato italiano, ha coinvolto con successo oltre 760 espositori sia a Torino che a Vicenza.

La Fiera Internazionale A&T – Automation & Testing rappresenta una manifestazione B2B dedicata all’Innovazione, alle Tecnologie, all’Affidabilità e alle Competenze Innovative. È stata progettata per affrontare le sfide digitali e ambientali che il tessuto industriale italiano si trova ad affrontare. Questa fiera è destinata ad imprenditori, manager, tecnici e ricercatori operanti nelle principali filiere industriali a livello nazionale. Inoltre, offre due eventi distinti: uno a Torino, focalizzato su settori come l’automotive, l’aerospace e la meccatronica, e un altro a Vicenza, incentrato sull’automazione, la meccanica avanzata, l’elettronica, l’elettromeccanica e l’occhialeria.

A&T: prossimi appuntamenti

Il prossimo impegno di A&T si terrà a Vicenza dal 25 al 27 ottobre, con una partecipazione straordinaria di oltre 260 espositori e un programma fitto di 40 eventi dedicati a diversi settori industriali, tra cui Automazione e Meccatronica, Elettronica ed Elettromeccanica, Farmaceutica, Cosmetica e Biomedicale, Meccanica Generale, Subfornitura e persino il mondo dello Sport System.

L’orizzonte del 2024 è già tracciato con fermezza: il primo appuntamento sarà a Torino dal 14 al 16 febbraio, seguito da un ritorno a Vicenza dal 6 all’8 novembre. Questi eventi promettono di offrire ampie opportunità di esplorare le ultime innovazioni e tendenze nei settori coperti e consolidano la posizione di A&T come una delle fiere industriali più importanti e dinamiche in Italia.

Prospettive di crescita e opportunità con l’accordo tra A&T e IEG

Le dichiarazioni dei CEO di A&T e IEG delineano un futuro brillante per la manifestazione. Luciano Malgaroli, CEO di A&T, sottolinea l’importanza dell’irrobustimento del progetto fieristico e l’aspettativa di offrire maggior qualità e solidità ai loro espositori: “Con questa svolta sono certo che la manifestazione crescerà ulteriormente e velocemente. Da tempo sentivo l’esigenza di irrobustire ulteriormente il nostro progetto fieristico con l’obiettivo di offrire ai nostri espositori sempre più qualità e basi solide. Una scelta compiuta con lo sguardo rivolto al futuro, anche pensando ai tanti stakeholder istituzionali e industriali che credono in A&T e con i quali continueremo a collaborare nei progetti già da tempo messi in campo oltre ovviamente a tutto il team che ha contribuito negli anni a rendere la fiera importante e conosciuta. Nel mio ruolo, e con l’obiettivo di dare ulteriore rilevanza alla manifestazione, avere un socio di maggioranza di qualità come IEG, è per me motivo di grande soddisfazione.

Corrado Peraboni, CEO di IEG, esprime entusiasmo per l’acquisizione e il potenziale di crescita a livello nazionale, sottolineando il ruolo chiave delle filiere industriali nel nord-ovest e nord est dell’Italia: “Questa acquisizione arricchisce la nostra società di un ulteriore prodotto nel settore tecnologico, con un interessante potenziale di crescita a livello nazionale, un mirato posizionamento nel Paese e un presidio deciso nel nord-ovest e nord est dell’Italia dove le filiere industriali hanno un ruolo determinante per lo sviluppo di manifestazioni come A&T. La nostra sottolineatura va ai risultati commerciali che alla vigilia della prima edizione di A&T Nord Est confermano la bontà di questo percorso e la forte propensione del territorio veneto a eventi di carattere industriale altamente specializzati”.