La sicurezza sul lavoro è una questione di cultura, quindi non è mai troppo presto per iniziare a parlarne.

Perché allora non piantare il seme della sicurezza già in tenera età, in chi ancora non è lavoratore o lavoratrice?

Dev’essere proprio questo il principio che ha animato il bando “Salute e sicurezza… insieme! – La prevenzione e la sicurezza nei luoghi di lavoro si imparano a scuola” che sta coinvolgendo le scuole secondarie di secondo grado, sia statali sia paritarie e ai corsi di istruzione e formazione professionale.

Gli Istituiti partecipanti sono chiamati a presentare, entro il 31 gennaio, un lavoro creativo che tratti i temi del lavoro, della sicurezza e della prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro.

Per lavoro creativo si intende qualunque tipologia di rappresentazione, dai cortometraggio al disegno, grafiche, fumetti, musica, creazioni artistiche…

L’iniziativa è stata promossa da:

    • Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
    • Direzione generale per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro
    • Ministero dell’Istruzione e del Merito

“Con questo concorso vogliamo guardare alla prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro da una prospettiva nuova: quella dei ragazzi. L’iniziativa vuole valorizzare la creatività degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado e dei corsi di istruzione professionale e permettere loro di vivere un’esperienza di crescita comune nel misurarsi con questi temi. Per poi farla diventare patrimonio della collettività grazie ai nuovi stimoli che arriveranno, per comunicare ancora più efficacemente la cultura della prevenzione dagli infortuni nei luoghi di lavoro”.

Marina Calderone, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

Con questa iniziativa le Istituzioni intendono stimolare nei ragazzi una riflessione attiva sul tema della sicurezza nei luoghi di lavoro vivendo un’esperienza di crescita comune. L’uso delle principali forme di comunicazione creativa, gli studenti potranno avere un accesso più diretto ai valori della prevenzione, in grado di investire ogni aspetto della vita quotidiana.

Per maggiori informazioni sul bando clicca qui