Conversazione con Loris Gasparini, fondatore e amministratore dell’azienda che ha sede a Campogalliano, in provincia di Modena. Dalle radici del 2008 alla partnership strategica con Hänel, proiettano Incaricotech verso un 2024 con ottime prospettive.

Incaricotech ha ragione di esistere quando propone soluzioni di qualità. Non sono parole a vuoto ma abbiamo una base hardware di alto livello, testimoniato dalle prestazioni e dalla voglia di migliorare i processi assieme ai clienti.” Parola del fondatore e amministratore delegato di Incaricotech, Loris Gasparini, che dal 2008 ad oggi condivide un’avventura di successo con Massimo Porrini. Oggi, Incaricotech, che ha sede a Campogalliano in provincia di Modena, impiega circa 50 persone e genera un fatturato superiore a 12 milioni di euro. La partnership con Hänel si è intensificata, integrando soluzioni e potenziando l’offerta di magazzini automatici.

Le esigenze variegate dei clienti sono soddisfatte con magazzini verticali automatici Lean-Lift, Rotomat® e Multispace®, garantendo prestazioni elevate e l’accuratezza dei prelievi. La flessibilità è ulteriormente accentuata dalla possibilità di configurare i magazzini automatici in versione anti-sismica, fornendo soluzioni integrate per diversi settori, comprese le zone geografiche a rischio sismico. In un panorama dove la richiesta di soluzioni complete supera l’importanza del mero recupero di spazio, Incaricotech si distingue per la sua vasta gamma e la precisione nella scelta delle soluzioni adatte alle esigenze specifiche dei clienti. A questo punto vale la pena di approfondire, sempre utilizzando le parole di Loris Gasparini che ha concesso in esclusiva un’intervista a TCE Magazine.

Loris Gasparini, facciamo un passo indietro. Come nasce Incaricotech?

Incaricotech è stata fondata nel maggio del 2008. La mia esperienza professionale ha radici in un’importante azienda italiana di magazzini verticali. Successivamente, ho trascorso un paio d’anni in un ambito completamente diverso prima di incontrare Massimo Porrini, un caro amico e imprenditore della logistica. La nostra collaborazione ha avuto origine dall’idea di creare qualcosa legato all’automazione logistica. Inizialmente, abbiamo avviato attività di consulenza rivolta alle piccole e medie imprese. In breve tempo, abbiamo stretto una collaborazione significativa con l’azienda tedesca Hänel, produttore storico di magazzini verticali automatici.

Hänel che ad oggi si conferma leader di mercato a livello mondiale, poi com’è andata?

In quel periodo, Hänel aveva una presenza limitata in Italia, con la commercializzazione di soli 6 o 7 magazzini verticali all’anno e una capacità produttiva insufficiente per il nostro mercato. Tuttavia, con l’apertura della terza sede, hanno potenziato la capacità produttiva e ribadito l’importanza del mercato italiano per loro. Ho fatto visita alla loro sede in Germania e ho trovato esattamente ciò di cui avevamo bisogno: tecnologie all’avanguardia, attenzione alla sicurezza e grande cura per la qualità. Nel 2009, durante il picco della crisi economica, abbiamo preso la decisione di partire. Inizialmente, abbiamo superato le sfide per la sopravvivenza, per poi creare un’avventura che oggi ci offre grande soddisfazione.

Ad oggi che cos’è Incaricotech?

Ogni mattina, Incaricotech offre occupazione a circa cinquanta persone, generando un fatturato superiore a 12 milioni di euro. Ciò riflette l’impegno di un’azienda che ha intensificato la collaborazione con il produttore tedesco Hänel e integrato altre soluzioni, aumentando così la nostra capacità di fornire soluzioni dedicate per ogni problematica in modo capillare. Questo processo non è affatto scontato né banale. In contrasto con l’approccio comune di proporre la soluzione più pronta e conveniente, Incaricotech si distingue per la sua vasta gamma di opzioni, consentendoci di essere puntuali nella scelta della soluzione giusta. Inoltre, la nostra capacità di integrare soluzioni proprie con il team di sviluppo sia delle parti hardware che software ci consente di affrontare le sfide in modo preciso e, se necessario, di personalizzare la soluzione per soddisfare le esigenze specifiche della clientela.

Quali sono le principali richieste che vi fanno i clienti?

L’ottimizzazione dello spazio non è più la priorità predominante; oggi i clienti cercano soluzioni complete. Le esigenze gestionali hanno superato l’importanza del recupero dello spazio. Le nostre soluzioni di magazzino verticale sono applicate in diverse categorie merceologiche e adottate da aziende di varie dimensioni. Le differenze nelle esigenze sono così marcate che lo stesso magazzino, pur mantenendo le stesse caratteristiche meccaniche, viene integrato in modo unico con il sistema gestionale e l’infrastruttura aziendale. La richiesta non è più focalizzata sulla macchina in sé, ma su una soluzione completa che soddisfi le molteplici esigenze dei clienti.

Come prevedete il 2024 per Incaricotech?

“Nonostante una richiesta sempre molto elevata, stiamo osservando una maggiore esitazione nel processo decisionale, a causa del contesto internazionale. Questo scenario ci spinge a portare avanti la nostra filosofia di qualità e competenza per le aziende che ci scelgono, perché il mercato può subire flessioni, ma chi punta su ottimizzazione e qualità non può sbagliareIn un mercato competitivo come quello dei magazzini verticali, specialmente in Italia, Incaricotech viene sempre più riconosciuta per l’aspetto di consulenza e miglioramento oggettivo dei processi, che precede la vendita di soluzioni automatiche. Innovazione e ottimizzazione infatti vanno di pari passo solo quando sono studiate per quella realtà specifica, un aspetto che spesso viene tralasciato da alcune aziende produttrici. Incaricotech oggi possiede un sistema hardware affidabile e innovativo, abbinato a una parte software di livello altissimo e customizzabile per ottimizzare i processi in ogni settore. Qualità sopra alla quantità.

E come state affrontando queste sfide?

Abbiamo potenziato notevolmente i nostri servizi e l’ammodernamento dei magazzini verticali che hanno oltre 10 anni. Nonostante la nostra giovane età e struttura del personale, stiamo celebrando il nostro 15° anno di attività. Abbiamo soluzioni pronte per rivitalizzare magazzini poco sfruttati, conferendogli le caratteristiche dei magazzini del 2024. Nonostante le sfide, guardiamo al 2024 con ottimismo. Riteniamo che, se i problemi globali che attualmente coinvolgono tutto il mondo verranno almeno in parte risolti, assisteremo a una diminuzione delle titubanze nel prendere decisioni da parte dei nostri clienti. La nostra speranza è che il 2024 segni una ripresa e un periodo di maggiore fiducia nel processo decisionale.

Incaricotech.com