Come usare correttamente le forche per carrello elevatore e cosa non fare

Le forche, elemento chiave per la movimentazione delle merci tramite carrello elevatore, sono la componente solida e affidabile su cui poggiano pallet e merci durante lo spostamento.

Se trattate in maniera appropriata, possono avere una vita lunga ed essere uno strumento efficiente per lungo tempo.
Infatti, se sono usurate o danneggiate, è decisamente meglio non utilizzarle, perché potrebbero rompersi con conseguenze anche gravi che possono andare dal danneggiamento delle merci e delle strutture, a veri e propri incidenti pericolosi per gli operatori.

Abbiamo già dedicato un articolo a come capire se le forche del carrello elevatore sono usurate, vogliamo invece dedicare questo articolo a come evitare di arrivare troppo precocemente ad un’eccessiva usura.

Vediamo quindi di seguito le buone pratiche e cosa non fare per ridurre al minimo i problemi associati all’usura delle forche.

Usura forche: le buone pratiche

Controlli

È buona prassi controllare le forche, con ispezioni accurate, almeno una volta all’anno. I controlli devono assolutamente essere più frequenti in caso di lavori gravosi.
Meglio affidare le ispezioni agli occhi di personale esperto, in grado di individuare deformazioni, crepe, sottilizzazioni e smussature.

Chiavistelli

Non lavorare mai con i chiavistelli fuori sede o non completamente inseriti, e nemmeno con le forche non correttamente fissate alla piastra portaforche.

Portata

La portata delle forche non deve mai essere inferiore a quella del carrello nel quale sono montate. Il rischio è andare a caricare un peso eccessivo per l’attrezzatura.

Carico

Quando si issa il carico sulle forche è bene fare in modo che appoggi sulla spalla della forca e sulla griglia reggicarico. Questo consente di distribuire correttamente il carico, senza sbilanciamenti.

In caso di difetti

Se in una forca vengono riscontrati difetti, segni di usura o deformazione, bisogna smettere di utilizzarla e riporla in un luogo dove non possa essere ripresa erroneamente e rimessa in utilizzo.

In caso di modifiche

Può capitare che, per esigenze particolari, le forche debbano subire delle modifiche. Per assicurarsi di lavorare sempre in efficienza e sicurezza, confrontarsi con il costruttore prima di intervenire sull’attrezzatura, alterandone in qualunque modo la struttura e l’aspetto originali.

Usura forche: cosa non fare

Modifiche

Riprendendo l’ultimo punto del precedente elenco, la prima cosa da non fare è modificare le forche senza aver consultato il costruttore e aver ottenuto il suo consenso. È proprio il costruttore infatti a sapere meglio di chiunque altro che conseguenze possono avere eventuali modifiche sulla portata e la stabilità dell’attrezzatura.

Sovraccarico e sbilanciamento

Un comportamento assolutamente da evitare è sovraccaricare e sbilanciare le forche. Il sovraccarico si può verificare sia con un peso nominalmente superiore alla capacità delle forche, sia posizionando il carico in maniera scorretta, cioè troppo avanzato sulle forche, senza essere appoggiato alla spalla. Questa posizione del carico determina anche uno sbilanciamento del carrello, come anche caricare la merce in posizione laterale invece che centrale sulle forche, o addirittura portare carichi su una sola forca.

Eccessiva versatilità

È pericoloso scambiare le forche con troppa superficialità. Quando si trasferiscono le forche da un carrello all’altro è necessario assicurarsi che le portate siano compatibili, che le attrezzature non vengano utilizzate per scopi diversi da quelli per cui sono progettate.

Attenzione anche alle prolunghe. Per dare un riferimento indicativo, meglio evitare di montare prolunghe più lunghe del 150% rispetto alla lunghezza delle forche di supporto.

Saldature e raddrizzamenti

Se le forche si piegano o se si formano crepe, meglio evitare di fare interventi non professionali. La saldatura ad esempio riduce l’efficienza e la sicurezza della forca, limitandone l’elasticità.

Usi impropri

Le forche non devono essere utilizzate per aprire porte, separare carichi, alzare altri carrelli elevatori… o altri usi che esulano dal sollevamento di merci e pallet.


Clicca qui per iscriverti al canale Whatsapp di TCE Magazine