Il paradigma della sicurezza sul lavoro si sta evolvendo verso una cultura più consapevole e proattiva. Non si tratta più di mera conformità alle normative ma di un impegno concreto a creare un ambiente lavorativo sicuro e salutare per tutti.
I tempi sono maturi per agire in settori critici come quello della logistica o l’edile, nei quali gli indici legati a incidenti ed infortuni sul lavoro non subiscono particolari variazioni da anni.
È chiaro che in contesti operativi considerati a più alto livello di rischio, la tecnologia può offrire un validissimo aiuto nella protezione dei lavoratori. Ogni giorno, la rivoluzione digitale sta aprendo nuove frontiere per la prevenzione dei rischi ed in quest’ottica, i produttori di macchine per il sollevamento, la logistica ed material handling, investono per ottimizzare la sicurezza dei loro prodotti.

L’integrazione di dispositivi avanzati nelle macchine permette di aumentare l’efficienza delle operazioni e, di conseguenza, la produttività, offrendo al contempo la possibilità di monitorare in real time i parametri di funzionamento e quindi di prevenire situazioni di pericolo e di ridurre l’affaticamento degli operatori, favorendo una maggiore concentrazione e un minor rischio di errori.

Un esempio concreto: il sistema ASCS di Merlo

Il sistema ASCS di Merlo è un esempio concreto di come l’innovazione tecnologica possa essere messa al servizio della sicurezza, contribuendo a migliorare la vita dei lavoratori e a rendere il lavoro più sicuro.

Si tratta di un sistema di sicurezza attivo e adattivo che verifica in tempo reale i parametri di funzionamento del sollevatore telescopico, garantendo all’operatore di lavorare in totale sicurezza e sfruttando al massimo le potenzialità della macchina.

Attraverso appositi sensori, il sistema misura tre parametri fondamentali:

  • il carico movimentato, ovvero il peso (in kg) del materiale sollevato;
  • la posizione del carico, ovvero la distanza dello stesso dalla macchina;
  • l’attrezzatura in uso, riconosciuta automaticamente, che consente di ottimizzare il calcolo della stabilità e il diagramma di carico.

ASCS versione Premium: sicurezza alla massima potenza

Inoltre, la versione Premium di ASCS offre un livello di sicurezza ancora più elevato grazie a un display da 10 pollici, a mandata continua e al blocco degli ausiliari.
Un sensore consente inoltre di adattare i limiti di lavoro, sempre con la massima attenzione a sicurezza e stabilità del mezzo, semplificando l’utilizzo della macchina anche ai esperti. Per i modelli rotativi si hanno visualizzazioni e possibili setting aggiuntivi, come ad esempio tutti quelli relativi alla rotazione della torretta e ai 4 stabilizzatori. 

In aggiunta alla sicurezza, il sistema ASCS Premium offre diverse funzionalità legate all’operatività della macchina. Tra queste, quelle legate ai limiti geometrici e cartesiani di lavoro, che consentono di impostare limiti minimi e massimi di salita o discesa del braccio o di definire l’area di lavoro, e quella di memorizzazione del carico, particolarmente utile per chi si occupa di movimentare carichi di dimensioni diverse. 

Infine, Merlo ha scelto di dotare il sistema anche di una funzione dedicata all’utilizzo con pala che, quando riconosciuta dal sistema, attiva in automatico la zona franca di lavoro, l’area all’interno della quale è possibile operare senza che il sistema di controllo blocchi il movimento dell’attrezzo in caso di sovraccarico.