Torna a BolognaFiere, dal 28 febbraio al 1° marzo, l’evento cardine del settore del pest management italiano. Cresce la presenza internazionale con circa 60 Paesi rappresentati: al centro la sicurezza dei consumatori, la qualità del made in Italy e le competenze.

Clicca qui per iscriverti al canale Whatsapp di TCE Magazine

Il settore della sanificazione e disinfestazione ha una missione importante: garantire la sicurezza dei consumatori, diffondere la qualità dei prodotti e servizi made in Italy e affermare la grande competenza che è richiesta in tutto il mondo per migliorare le filiere industriali. Per questo, il comparto è al centro della fiera PestMed 2024, che si tiene a BolognaFiere dal 28 febbraio all’1 marzo. L’evento è organizzato dall’Associazione nazionale delle imprese di disinfestazione (A.N.I.D.) e da Avenue Media e il suo tema principale è “Prodotti, persone e soluzioni”. La fiera vuole creare un rapporto speciale tra il settore italiano e i paesi che comprano i suoi prodotti e servizi, soprattutto quelli del Mediterraneo. PestMed sarà anche una vetrina internazionale per il Pest Management, con la partecipazione di circa 60 paesi. Inoltre, alla fiera ci saranno operatori dei settori alimentare, ristorativo e turistico, che sono molto importanti per l’economia e il fascino dell’Italia.

PestMed, un evento sempre più internazionale

PestMed registra un aumento del 30% degli espositori esteri rispetto all’edizione precedente del 2022, confermandosi come una vetrina di riferimento per le imprese europee e non solo. L’area espositiva, in forte espansione, ospiterà operatori provenienti da Bangladesh, Cina, Corea del Sud, Spagna, Stati Uniti, Regno Unito, Slovenia e molti altri paesi. Un servizio di consulenza per l’internazionalizzazione fornirà supporto e informazioni alle imprese italiane interessate a creare reti di distribuzione o collaborazioni con partner esteri, anche nei mercati asiatici. La presenza delle Associazioni Internazionali del settore sarà numerosa, come dimostrano le partecipazioni di CEPA (European Association of Professional Trained Pest Managers, di cui fa parte A.N.I.D.), FAOPMA (Federation of Asian & Oceania Pest Managers Associations, la più grande al mondo), MEPCA (Middle East Pest Control Association), AM3D (Association Marocaine des Professionels de la Dératisation, Désinsectisation, Déreptilisasion, Désinfection), che organizzeranno incontri e convegni sulle opportunità e le necessità dei loro Paesi.

Pest management, un settore che va oltre i suoi tradizionali confini

PestMed 2024 è un evento fondamentale per il settore del Pest Management, che va oltre i suoi limiti tradizionali e si mette in contatto con i clienti più esigenti e le catene produttive, con una speciale attenzione all’agroalimentare, il 29 e il 30 febbraio. Tra i partecipanti ci sono Unione Italiana Food, Assalzoo, Italmopa dell’area Federalimentare, Filiera Italia e alcuni rappresentanti di spicco del settore (come Alce Nero, Nestlè Purina), dalla produzione di mangimi alla GDO (Coop Italia) dalla ristorazione (Roadhouse) alla filiera zootecnica (Inalca). L’industria della Pasta italiana, assieme alla vasta filiera delle farine del sistema molitorio, offre inoltre un importante spunto di confronto e di interesse per i comparti produttivi per assicurare il consumatore finale e la nostra grande ospitalità italiana. Dei servizi di disinfestazione nell’agroalimentare, il 30% riguarda il canale food service, un altro 30% la grande distribuzione e la parte rimanente si riferisce al public procurement (mense, disinfestazione del verde pubblico e delle città) o, inoltre, alle richieste dei privati, come i consorzi o singoli cittadini per le abitazioni. Questi sono i dati A.N.I.D., che conta attualmente più di 500 aziende professionali e di alta qualificazione, in un settore che in Italia ha circa 1.500 strutture, e che fa parte di Confindustria Servizi H.C.F.S. (insieme ad Anip, Anir ed UniFerr), la famiglia del mondo dei servizi e beni per la ristorazione collettiva, l’igiene, la salute, la sicurezza, la manutenzione di immobili ed impianti, la salubrità degli ambienti, che ha circa 57.400 imprese e 657 mila addetti per un fatturato annuo di oltre 28 miliardi di euro.

La voce degli organizzatori

La forte crescita e la ampia presenza di Società di Servizi, di Buyer, di Produttori, di Paesi, e Associazioni che PestMed ospita in questa edizione è la testimonianza più evidente dell’importanza strategica che il settore ha acquisito negli ultimi anni presso l’opinione pubblica e presso tutto il sistema produttivo e dei servizi al consumatore – afferma Claudio Vercellone, Ceo di Avenue Media – Un grande salto di qualità, con un giusto orgoglio, da parte dell’intero mondo della Disinfestazione e della Sanificazione italiani che garantiscono la qualità dei prodotti e della nostra ospitalità in Italia e in tutto il mondo sotto l’aspetto dell’igiene e della salute per i nostri consumatori. Lo testimoniano l’alto livello dei panel organizzati e le presenze internazionali, alla ricerca di competenze e di soluzioni Made in Italy, per incrementare l’affidabilità e il valore trasmesso sul mercato. È inoltre l’unica fiera al mondo in grado di ospitare i più qualificati rappresentanti della filiera dell’industria alimentare e della grande ristorazione: grazie infatti alla sensibilità verso questo evento dimostrata dalle federazioni confindustriali, prima tra tutte HCFS con le Associate A.N.I.D., ANIP, ANIR, UNIFERR. Grazie infatti alla attenzione riservata alla manifestazione da parte dei Presidenti di queste associazioni, le aziende e gli operatori dei settori coinvolti potranno contare su una forte condivisione ed interazione tra esigenze delle aziende e soluzioni offerte dal settore”.

Gli organizzatori hanno lavorato duramente per garantire le migliori possibilità di fare affari, ma anche di creare una rete strategica e professionale tra i partecipanti e le autorità.Possiamo affermare – dice Marco Benedetti, presidente di A.N.I.D. – che il Pest Management viene sempre più percepito dai potenziali clienti come partner fondamentale alla base del successo delle aziende e delle nostre città, grazie a una maggiore garanzia professionale di sicurezza, salubrità e qualità dei prodotti e dei servizi offerti al consumatore, oltrechè in generale dell’ambiente in cui viviamo e lavoriamo, in un’ottica win-win a tutto tondo. Da questo punto di vista, PestMed 2024, fortemente voluta due anni fa dalla nostra Associazione, segna oggi una vera rivoluzione copernicana per il nostro settore. Un risultato che è stato possibile realizzare solo grazie alla grande attenzione rivolta dai Presidenti della nostra Federazione di Confindustria e di ANIP, Lorenzo Mattioli, di ANIR, Massimo Piacenti, di UNIFERR, Francesco Marrone e dal grande lavoro di network strategico, effettuato da Paolo Valente segretario generale di ANIR e Direttore di Life che porta a PestMed anche la Sua Fondazione LIFE con tutta la platea di operatori e istituzioni che essa rappresenta in modo estremamente qualificato”.

MASI è Media Partner di Pestmed Expo e fornirà attraverso TCE Magazine informazioni dettagliate, notizie aggiornate e approfondimenti esclusivi sull’evento.