Corridoio di lavoro

Corridoio di lavoro o larghezza di corsia, un dato fondamentale nella movimentazione merci.

Quando si lavora con la movimentazione delle merci e con macchinari, come carrelli elevatori e transpallet, le attenzioni non sono mai abbastanza.
Più informazioni e conoscenze si hanno sulla macchina, sullo spazio di lavoro e sulla merce, più sarà possibile tenere comportamenti sicuri.

Uno dei dati più importanti da conoscere è il corridoio di lavoro o larghezza di corsia.

Quando parliamo di corridoio di lavoro intendiamo lo spazio minimo necessario per manovrare un transpallet o un carrello elevatore in modo sicuro ed efficiente, all’interno di un magazzino.

È un dato che dipende da diversi fattori, tra cui:

Tipologia di transpallet/muletto

Il transpallet manuale ad esempio potrebbe necessitare di un corridoio di lavoro più ampio di quello elettrico. Il primo infatti di solito è dotato di un timone che richiede maggior spazio di manovra. Le versioni elettriche sono invece spesso più compatte e maneggevoli.

Anche tra i carrelli elevatori ci sono delle differenze: carrelli frontali, laterali, retrattili… hanno conformazioni diverse e si muovono in modo differente.

Dimensioni del transpallet/muletto

Non si può prescindere dalla larghezza e dalla lunghezza delle macchine che transitano nel magazzino per predisporre il giusto spazio di passaggio, sia tra gli scaffali che nei punti di svolta tra le corsie.

Dimensioni del carico

Anche la merce da movimentare ha un ruolo in questa valutazione. Basti pensare a quanto è diverso spostare un pallet standard, delle scatole o delle lunghe assi di legno.

Transito, manovra, carico e scarico

Per predisporre uno spazio sicuro per la movimentazione delle merci, bisogna tener conto di tutti i passaggi.
Oltre al transito bisogna considerare anche le manovre, il passaggio da una corsia all’altra o attraverso portali e chiusure, il carico e lo scarico, la presenza di altri elementi strutturali, oltre alle scaffalature.

Quanto misura il corridoio di lavoro?

Viste tutte le variabili appena elencate, è impossibile dare una misura standard per il corridoio di lavoro.

In ogni caso, per individuare questo dato, è importante sapere:

  • Dimensioni del transpallet/carrello elevatore
  • Dimensioni del carico
  • Distanza di sicurezza secondo la normativa
  • Raggio di sterzata riportato sul manuale di istruzioni del mezzo

Cosa scegliere: la macchina adatta al magazzino o il magazzino adatto alla macchina?

Chiaramente è opportuno scegliere il transpallet o il carrello elevatore che si adattano al magazzino e agli spazi che abbiamo a disposizione, non viceversa.

Questa regola, che sembra ovvia, è valida però nel momento in cui andiamo ad inserire una nuova macchina in una situazione già esistente o andiamo a sostituirne una vecchia.

Ci sono altri casi interessanti dove invece vale anche il contrario!
Se stiamo facendo un’operazione di revamping o un allestimento di magazzino da zero, potremmo scegliere il transpallet in base alla merce e, di conseguenza, scegliere la disposizione delle scaffalature e la tipologia di magazzino in base agli spazi di manovra e ai corridoi di lavoro necessari.

In ogni caso una corretta pianificazione del layout del magazzino sarebbe sempre indispensabile per massimizzare lo spazio di manovra.

Infine ancora 2 accorgimenti per una maggiore sicurezza nella movimentazione: prediligere un’organizzazione a corsie unidirezionali evitando il traffico incrociato, mantenere il pavimento del magazzino in buone condizioni per facilitare le manovre di transpallet e muletti.


Clicca qui per iscriverti al canale Whatsapp di TCE Magazine


Domande frequenti

Perché è importante il peso dei carrelli industriali?

Il peso è determinante a seconda della pavimentazione in cui viene usata la macchina. Pavimenti che sono anche controsoffitti, superfici particolari o delicate… sono molte le situazioni che non sopportano carichi eccessivi. È quindi sempre necessario accertarsi che le condizioni del pavimento e il peso del transpallet o del muletto siano compatibili. Il peso del carrello influisce anche sulla su:
  • stabilità (maggiore è il peso migliore è la stabilità)
  • manovrabilità (migliore nei carrelli leggeri)
  • efficienza (un carrello leggero tende a consumare meno di un carrello pesante)
Il consiglio è quello di valutare correttamente il peso per evitare di scegliere carrelli sovradimensionati (che consumano più del necessario) o sottodimensionati (che non assolvono alle necessità).

Leggi tutto

Quali sono le principali caratteristiche che descrivono un carrello elevatore o un transpallet?

Carrelli elevatori e transpallet vengono descritti attraverso i seguenti valori:
  • Altezza e altezza massima di sollevamento
  • Lunghezza
  • Larghezza
  • Peso proprio
  • Altezza da terra
  • Altezza di sollevamento
  • Capacità di carico
  • Larghezza del corridoi
  • Alimentazione (elettrico, diesel, GPL)
  • Tipo di ruote (cuscinetti, pneumatiche)
  • Dimensioni del telaio
  • Altezza del sedile
  • Elementi di comfort e ergonomia

Leggi tutto