Dal 6 all’8 marzo la 22ª edizione della fiera di riferimento per l’industria manifatturiera proporrà il suo ricco programma di convegni, incontri e approfondimenti, con un particolare focus sul nuovo Piano Transizione 5.0.

Clicca qui per iscriverti al canale Whatsapp di TCE Magazine

Torna a Bologna la 22ª edizione di MECSPE, la principale fiera dedicata alle innovazioni per l’industria manifatturiera, organizzata da Senaf. Dal 6 all’8 marzo, i padiglioni di BolognaFiere ospiteranno oltre 2.000 aziende espositrici su una superficie fieristica di 92.000 metri quadrati. La fiera includerà 13 Saloni tematici e 18 iniziative speciali, con un programma ricco di appuntamenti e incontri dedicati alla transizione digitale ed ecologica, e si conferma un punto di riferimento per il settore, offrendo un’occasione d’incontro tra tecnologie di produzione e filiere industriali.

La nuova edizione di MECSPE riserverà un ampio spazio al confronto tra gli attori del settore, alla luce dei recenti sviluppi riguardanti il PNRR e il nuovo Piano Transizione 5.0 che è dotato di 6,3 miliardi di euro per il periodo 2024-2025. Le tematiche di transizione e progresso, particolarmente rilevanti per le aziende italiane, saranno approfondite durante l’evento inaugurale della fiera. In questa occasione, si discuteranno i dati del nuovo Osservatorio MECSPE sull’industria manifatturiera italiana, alla presenza dei rappresentanti del MIMIT – Ministero delle Imprese e del Made In Italy.

MECSPE LAB, la nuova anima della fiera si apre all’innovazione

MECSPE 2024 introduce importanti novità, a partire dalla nuova area espositiva MECSPE LAB – Spazio Innovazione. Lo spazio sarà il punto di aggregazione per tutti i visitatori interessati a iniziative dimostrative che mirano all’integrazione tra Industria 4.0 e Industria 5.0. Un’occasione imperdibile per i giovani, che potranno confrontarsi e valutare con uno sguardo al futuro le nuove sfide affrontate dal settore. Durante l’evento inaugurale della fiera, i nuovi talenti avranno l’opportunità di approfondire le potenzialità dei nuovi impieghi nell’industria. Questi impieghi prevedono l’utilizzo di strumenti avanzati per la gestione dei processi di produzione. Tra i protagonisti di quest’anno al MECSPE LAB – Spazio Innovazione, ci saranno anche gli studenti dell’Università di Bologna, insieme al team di ricerca UNIBOAT. Gli studenti presenteranno un progetto di sviluppo e produzione di un’imbarcazione completamente elettrica, incentrata su soluzioni ecosostenibili legate all’energia pulita e ai materiali riciclati, riutilizzabili e a bassa impronta di anidride carbonica. Inoltre, sarà confermata l’esposizione dei prototipi della Formula SAE, un evento educativo organizzato annualmente da ANFIA in collaborazione con l’Università di Bologna, More Modena Racing, Unibo Motorsport e Race Up di Padova.

La formazione come collante dell’industria

La formazione riveste un ruolo centrale all’interno della manifestazione MECSPE, che ogni anno si propone come piattaforma dinamica per indirizzare i giovani verso il mondo dell’industria. Il tema è sempre più urgente, come evidenziato dai recenti dati di Unioncamere che sottolineano le difficoltà nel reperimento delle risorse. Nel 2023, infatti, il settore ha potuto contare solo su qualche migliaio di diplomati ITS, un numero estremamente basso rispetto alla domanda dell’industria, che ammonta a circa 47.000 diplomati, di cui oltre 16.000 nell’ambito meccanico. Tra le iniziative dedicate alla formazione, MECSPE Young&Career rappresenta un percorso che offre ai giovani visitatori l’opportunità di partecipare agli appuntamenti formativi organizzati dalla fiera e dagli espositori. Inoltre, permette loro di entrare in contatto con le aziende e di candidarsi per le opportunità di lavoro offerte.

PNRR e Competence Center: MECSPE ospita il MIMIT

L’Area Competence Center sarà il luogo di incontro tra la community di MECSPE e i Competence Center che proporranno attività di orientamento, formazione e progetti innovativi nell’ambito dell’Industria 4.0. All’interno di questo spazio, gli otto Competence Center nazionali, con la partecipazione del MIMIT, esporranno le loro iniziative. Inoltre, è prevista una programmazione di eventi formativi dedicati alle PMI.

Transizione energetica e sostenibilità

La transizione energetica e sostenibilità sarà al centro di due importanti convegni di respiro internazionale che MECSPE ospiterà anche quest’anno. In particolare, il Forum Italo-Tedesco: 2035 e la filiera Automotive, giunto alla sua seconda edizione, si concentrerà sulla transizione energetica verso cui si sta muovendo l’industria automobilistica. L’obiettivo di questo convegno è fornire all’intera filiera automotive una visione macroeconomica e tecnologica del settore, attraverso testimonianze di esperti e presentazioni di casi di successo. Inoltre, si terrà la seconda edizione dell’Aluminium Energy Summit, organizzato da Metef, la fiera internazionale per la filiera dell’alluminio. Il summit avrà come obiettivo fare il punto sui contributi concreti e le soluzioni tecnologiche che l’industria dell’alluminio può attivare per raggiungere gli obiettivi di economia circolare e decarbonizzazione. Infine, il Percorso Obiettivo Sostenibilità premierà anche quest’anno le aziende virtuose che si sono distinte per aver intrapreso scelte sostenibili.

Un palinsesto ricco di eventi

Il palinsesto ricco di eventi sarà animato nei tre giorni della manifestazione, con l’obiettivo di lasciare un’impronta costruttiva per tutti gli attori dell’industria. Questo impegno spiana la strada verso un nuovo modo di fare impresa, più consapevole, innovativo e umano-centrico. Tra le novità, Piazza Stampo mette in luce la stretta sinergia tra aziende internazionali e studenti universitari. Insieme, hanno collaborato alla realizzazione di un oggetto in polimeri da fonti rinnovabili che verrà prodotto e distribuito in fiera. La Piazza Progettazione e Design, dedicata ai produttori italiani di materiali per il lusso, sarà protagonista di questa edizione. Inoltre, la Piazza TMP ospita i suoi associati, produttori e trasformatori di tutto ciò che è relativo al mondo delle materie plastiche. Qui, si darà voce alle attività rivolte ai giovani e alle scuole, alla sostenibilità e allo smascheramento del greenwashing, con finalità di informazione e formazione tecnica. In linea con le necessità di innovazione espresse dal mercato, la Start up Factory riunisce startup B2B ad alto contenuto tecnologico, che potranno presentarsi a una vasta audience proveniente dall’industria manifatturiera. Sono solo alcune delle iniziative speciali proposte da MECSPE, che, come ogni anno, avrà l’onore di ospitare le storiche istituzioni e associazioni di settore. In oltre vent’anni, queste organizzazioni hanno contribuito ad elevare la manifestazione a punto di riferimento per l’industria manifatturiera. Tra le istituzioni presenti in fiera con il proprio spazio dedicato, troviamo Confartigianato, ANFIA, ASCOMUT, CNA Produzione e AIDAM.

“Daremo ampio spazio al tema degli incentivi”

“MECSPE è un vero e proprio catalizzatore per un cambiamento significativo e positivo in tutto il settore manifatturiero – commenta Maruska Sabato, Project Manager di MECSPE – La fiera rappresenta un crocevia fondamentale per il confronto e lo scambio di idee tra imprese, istituzioni e giovani. Di fronte alla crescente richiesta di competenze specializzate nel settore, MECSPE diventa una piattaforma indispensabile per orientare i giovani verso carriere innovative e gratificanti nell’industria. Daremo inoltre ampio spazio al tema degli incentivi: la presenza del MIMIT quest’anno è un segnale di grande importanza, reso ancora più attuale dall’imminente attuazione del Piano Transizione 5.0, sul quale intendiamo concentrarci per fornire alle aziende tutti gli spunti necessari per accompagnarle in questa nuova fase di sviluppo”