PLE - condizioni meteo avverse

All’interno dei cantieri edili le piattaforme aeree (PLE) sono strumenti eccezionalmente versatili che permettono di raggiungere altezze elevate in maniera sicura.
Per la manutenzione di facciate e coperture, l’installazione di impianti ma anche per le ispezioni e le verifiche, sono alleate preziose.
E lo sono altrettanto quando lo spazio è ridotto, quando è necessario intervenire in altezza e in maniera sicura in luoghi che altrimenti sarebbero di difficile accesso.
Il loro contributo interviene anche nelle tempistiche di lavoro: le PLE velocizzano le operazioni, dimostrandosi strumenti idonei nell’ottimizzazione delle performance lavorative.

La fretta è nemica della sicurezza: quando il vento soffia contro

All’interno dei cantieri edili però si assiste fin troppo spesso ad una dinamica nemica della sicurezza: la fretta di completare i lavori. Il timore di rallentare il cantiere può portare infatti a decisioni avventate, che talvolta hanno un prezzo molto alto da pagare.
Un esempio è il tentare di utilizzare la PLE in condizioni meteo avverse, in particolare in presenza di forte vento.

Il vento rappresenta una minaccia più che seria per la stabilità della piattaforma. Le pericolose oscillazioni a cui potrebbe essere sottoposta, possono mettere a rischio l’incolumità degli operatori.
Ecco perché forzare l’utilizzo della PLE in tali condizioni non solo compromette la sicurezza, ma può anche sfociare in incidenti gravi con conseguenze devastanti.

Fortunatamente, esistono precise direttive e norme che regolano l’utilizzo delle PLE in condizioni meteorologiche avverse. La norma UNI EN 1495:2019 stabilisce i criteri di sicurezza per la progettazione e la costruzione delle PLE, includendo i limiti di utilizzo in caso di vento.

In aggiunta, le aziende e i datori di lavoro sono tenuti sempre a:

  • Effettuare un’analisi del rischio prima di ogni utilizzo della PLE, valutando le condizioni meteo e altri fattori di pericolo
  • Fornire agli operatori formazione specifica sui rischi e le procedure di sicurezza da seguire in caso di condizioni meteo avverse
  • Dotare gli operatori di DPI adeguati, come imbracature e sistemi di protezione anticaduta.

In caso di vento forte, la sospensione dei lavori con la PLE è quindi una scelta responsabile e obbligata. La sicurezza non è mai un optional e la priorità va sempre riposta sulla tutela della salute e dell’incolumità di tutti gli operatori.

Solo con il rispetto delle norme, la formazione adeguata e una cultura della sicurezza diffusa potremo trasformare i cantieri in ambienti di lavoro sicuri e protetti.