La telecamera HORUS per carrelli elevatori amplia la visibilità nelle operazioni di movimentazione e risolve i problemi degli angoli ciechi. L’operatore vede l'area di lavoro sul monitor e ha anche degli indicatori led che lo aiutano nel corretto posizionamento delle forche

La visibilità è una delle maggiori criticità della movimentazione merci, specie quando è previsto l’utilizzo di carrelli elevatori.
Spesso infatti la macchina e il carico non consentono una visuale completa per manovre sicure e si vengono a creare i pericolosi angoli ciechi. In più l’ambiente di lavoro è spesso congestionato dalla presenza di scaffalature, altre merci e macchinari, passaggio di persone.
In questa condizione, ogni supporto alla visibilità è ben accetto: telecamere e sensori sono tra i sistemi più diffusi, soprattutto se sono efficaci, semplici da usare e da installare.

Tra tutti sistemi disponibili, la telecamera per forche è uno strumento sempre più diffuso per i suoi vantaggi in termini di sicurezza, produttività e funzionalità. L’aumento della consapevolezza sulla sicurezza, la necessità di migliorare l’efficienza e il crescente interesse verso l’adozione di tecnologie innovative hanno spinto molte aziende ad adottare questo sistema per i loro carrelli elevatori.
La diffusione è trasversale. Le telecamere sulle forche sono apprezzate nei magazzini, per lo stoccaggio su scaffalature alte, la movimentazione di carichi fragili o il posizionamento preciso.
Sono un valido alleato nei centri di distribuzione, in particolare per le operazioni di carico/scarico di container, dove gli spazi sono ristretti e la visibilità minima. Anche le realtà produttive e agricole traggono vantaggio da questa soluzione.

I vantaggi dell’installazione di telecamere sulle forche dei carrelli elevatori

Aumento della visibilità: la telecamera offre una vista chiara dell’area di lavoro delle forche, eliminando gli angoli ciechi e riducendo il rischio di incidenti, collisioni e schiacciamenti.

Miglioramento della manovrabilità: la telecamera facilita il posizionamento preciso del carico.

Meno danni, più sicurezza: una migliore visibilità aiuta a prevenire danni al carico, alle strutture e al carrello stesso.

Aumento dell’efficienza: la telecamera velocizza le operazioni di movimentazione del carico, riducendo i tempi di lavoro e aumentando la produttività.

Riduzione della fatica: l’operatore non deve più sporgersi o allungarsi per vedere il carico, riducendo lo sforzo fisico e aumentando la sua sicurezza.

Come scegliere la telecamera da forche

Per godere di tutti i vantaggi delle telecamere da forche, è importante scegliere uno strumento di qualità. Vediamo allora quali sono gli aspetti da valutare per scegliere un sistema valido.

Segnale stabile: la resa delle immagini che la telecamera passa al display deve essere di qualità, altrimenti il sistema risulta inutile e inaffidabile.

Campo visivo sufficientemente ampio: una buona telecamera da forche ha un campo visivo in grado di portare l’occhio dell’operatore oltre il carico, laddove non avrebbe visibilità. Un campo visivo sufficientemente ampio elimina il problema degli angoli ciechi.

Installazione e gestione semplice: scegliete una telecamera che necessiti di minor cablaggi possibili. Questo assicura semplicità di gestione ed elimina interventi sulla telecamera che potrebbero causare malfunzionamenti.

Design funzionale: infine valutate bene il design e i materiali. Scegliete un sistema di dimensioni ridotte, impermeabile e antipolvere, resistente agli urti e durevole.

La telecamera per forche HORUS

La telecamera wireless HORUS per carrelli elevatori, distribuita da Incofin, è uno dei sistemi più apprezzati perché risponde a tutte le caratteristiche appena citate.
È wireless, ha un segnale stabile a 2,4 GHz e un raggio di trasmissione fino a 120 metri.
Ha un angolo di visione di 62 gradi che aumenta il campo di visibilità, risolvendo il problema degli angoli ciechi, evitando incidenti e migliorando l’efficienza operativa.

Le immagini in alta definizione, grazie al sensore di immagine CMOS con risoluzione 1080P, sono di grande supporto all’operatore che ottiene una migliore visibilità nelle operazioni di carico, scarico e trasporto della merce, in modo da evitare danni e collisioni.

HORUS è semplice anche nell’installazione e nell’alimentazione. Ha un involucro magnetico, basta posizionare la fotocamera nella forca di ferro per farla fissare saldamente al carrello elevatore. Non sono necessarie procedure di installazione complesse.
La telecamera wireless per carrelli elevatori può essere alimentata da una batteria esterna, senza necessità di cavi di alimentazione aggiuntivi.

I sistemi interni performanti e l’installazione semplice della telecamera HORUS si combinano con una struttura resistente, che la rende adatta al lavoro in tutti gli ambienti, anche quelli più gravosi e all’aperto.
È compatta, impermeabile, antipolvere, resistente agli urti e durevole.
Il vetro esterno è relativamente piccolo, questo proteggere l’obiettivo dalle collisioni con altri oggetti o dal contatto con polveri e segatura, prolungandone la durata.

La telecamera HORUS, come abbiamo detto, porta l’occhio dell’operatore nelle forche, dandogli la corretta visibilità sullo spazio di lavoro, eliminando i pericolosi angoli ciechi.
Posizionando altre telecamere sul carrello, è possibile potenziare ulteriormente la capacità di visione dell’operatore che, rimanendo comodamente nel suo posto di guida, senza doversi sporgere e assumere posizioni pericolose, può avere maggiore visibilità anche nella zona posteriore al carrello elevatore.

Incofin propone doversi sistemi per agevolare la sicurezza sui carrelli elevatori.
Per saperne di più leggi anche: