Lenze porta al LogiMAT 2024 il nuovo motorullo (MDR) o450 per supportare i clienti dell'intralogistica. L'o450 si integra perfettamente negli standard dei sistemi di trasporto esistenti e fornisce una potenza di ben 115 watt, più del doppio rispetto ai sistemi analoghi presenti sul mercato.

Con un design unicoLenze ha lanciato al LogiMAT 2024 il nuovo motorullo o450 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo del trasporto orizzontale. Questa innovativa soluzione presenta perdite negli avvolgimenti significativamente inferiori, il che significa che il calore generato all’interno del rullo è minore. Ciò si traduce in un effetto positivo sull’efficienza, poiché gli avvolgimenti in rame più freddi hanno una resistenza inferiore (e quindi minori perdite). I magneti più freddi, inoltre, danno un flusso magnetico maggiore e possono quindi erogare la stessa coppia con una corrente inferiore. Per l’occasione, noi di TCE Magazine siamo andati a visitare lo stand di Lenze, dove ad accoglierci c’erano l’ingegner Marco Lombardi, Business Strategy Manager di Lenze Italia, e la dottoressa Ines Oppermann, Head of Trade Press and Social Media di Lenze.

o450: motorullo a 24 V o 48 V

Basato sul principio di Vernier, il motorullo o450 combina un motore AC trifase con un riduttore magnetico senza perdite. L’assenza degli ingranaggi del riduttore permette inoltre all’o450 di essere notevolmente silenzioso. Le varianti sono ridotte dell’85%, minimizzando le risorse di progettazione e le scorte in magazzino. Dove, infatti, i concorrenti offrono fino a dieci rapporti di trasmissione diversi, Lenze consente di utilizzare un solo prodotto. L’o450 soddisfa le classi di efficienza IE7 – IE9, permettendo un risparmio energetico fino al 30%. Ad esempio, in un centro logistico con 20 km di linea di trasporto e 20.000 rulli motorizzati di Lenze, si possono risparmiare fino a 335 MWh di elettricità o 145 t di CO2. L’o450 può movimentare 50 kg e oltre, offrendo l’intera coppia nominale anche a basse velocità, e una coppia di spunto fino a tre volte quella nominale.

L’incontro con Lenze al LogiMAT 2024

Alla luce di questa novità di mercato, abbiamo visitato lo stand di Lenze al LogiMAT per un’intervista con Lombardi e Oppermann per conoscere la casa madre tedesca e per approfondire l’innovazione del motorullo o450.

A parole vostre, che cos’è il motorullo o450?

L’innovativo motorullo o450 è progettato per la movimentazione orizzontale di merci di piccolo peso. La soluzione si distingue per le sue prestazioni superiorivelocità e efficienza rispetto alle alternative presenti sul mercato. La sua costruzione priva di ingranaggi garantisce una notevole riduzione del rumore e una maggiore affidabilità, grazie al minor numero di parti soggette a usura, assicurando così una lunga durata operativa.

Come presentereste la realtà di Lenze?

Lenze offre una gamma completa di soluzioni per il trasporto orizzontale, inclusi sistemi tecnologici avanzati per magazzini automatici, settore in cui siamo leader di mercato. Forniamo un pacchetto completo, Lenze progetta sistemi meccatronici di alto livello, hardware e software per l’automazione, nonché servizi di digitalizzazione come soluzioni cloudmobili e per l’Internet of Things, garantendo una soluzione integrata per i magazzini automatici. Celebrando 75 anni dalla fondazione ad opera di Hans Lenze, la nostra azienda, che conta oltre 4 mila dipendenti, ha raggiunto un fatturato superiore al miliardo di euro. Siamo profondamente impegnati nell’automazione e nell’innovazione, con una storia ricca di sviluppi volti a migliorare la vita dei nostri clienti e l’efficienza dei loro impianti.

Che cosa significa per voi partecipare al LogiMAT?

Ogni anno al LogiMAT ci impegniamo a introdurre innovazioni significative nel settore dell’intralogistica. Ad esempio, nel 2023 abbiamo introdotto una nuova linea di inverter decentralizzati, la i-serie motec, la prima sul mercato con la rigenerazione di serie. Quest’anno, il motorullo O450 ha riscosso particolare successo, aggiungendosi al nostro portfolio di soluzioni che consentono ai costruttori di realizzare impianti di alta qualità a costi ottimizzati, aumentando così la loro competitività sul mercato.

Uno dei temi di LogiMAT 2024 è l’intelligenza artificiale, voi come la applicate?

Da tre anni a questa parte, implementiamo l’intelligenza artificiale per sviluppare soluzioni tecnologiche integrate nei nostri controllori e, prossimamente, nei drive. Questo permette già adesso di effettuare manutenzioni predittive su ogni componente, analizzando lo stato delle macchine e degli impianti meccanici direttamente dalle informazioni fornite dai nostri inverter, senza la necessità di sensori esterni per la raccolta dati.

Quale momento sta vivendo il mondo dell’intralogistica?

Il settore dell’intralogistica, dopo l’impennata dovuta alla pandemia di COVID-19 e gli incentivi di Industria 4.0 in Italia, sta attraversando un periodo di stallo. Durante la pandemia, vi è stata una crescita esponenziale dell’e-commerce e una conseguente necessità di adeguare la logistica. Tuttavia, ora le aziende si trovano in una fase di valutazione, in attesa di comprendere le future direzioni del mercato e i possibili nuovi incentivi governativi. I settori dei trasporti, del delivery e dell’e-commerce continueranno a evolversi, con un focus su soluzioni più sostenibili e tecnologicamente avanzate.

Quali sono i vostri prossimi obiettivi?

Miriamo ad ampliare la nostra presenza presso i clienti attuali attraverso le nostre innovative soluzioni e, entro i prossimi 12 mesi, puntiamo a conquistare nuovi clienti che non abbiamo ancora raggiunto, sfruttando il motorullo e una nuova incredibile famiglia di motori che verrà lanciata alla fine di quest’anno”.