LogiMAT 2024 si è rivelata una fiera di grande successo per Armanni, che ha registrato un afflusso record di visitatori al suo stand, nei tre giorni dedicati all’intralogistica.
Un’ulteriore conferma, che arriva dopo l’altrettanto fortunata edizione 2023 e che ha offerto all’azienda la possibilità di incontrare la sua rete di rivenditori, utilizzatori finali e nuovi dealer.

A Stoccarda, Armanni ha presentato quattro nuove macchine altamente innovative, che racchiudono l’eccellenza della produzione industriale in fatto di movimentazione di bobine, fusti e cassoni. Tra esse, anche un’anteprima mondiale.
Scopriamole insieme…

ROTOR FE: carrello full electric di Armanni

Il nuovo ROTOR FE, un carrello full electric progettato per l’inclinazione e il ribaltamento laterale di contenitori industriali e cassoni fino a 1000 Kg è una macchina concepita su un telaio completamente nuovo che caratterizzerà le nuove linee di Armanni nei prossimi anni.

Le principali novità a livello di telaio sono due:

  • l’industrializzazione del telaio che consente di avere una macchina più robusta con carter completamente in metallo, fascia parapiedi rialzata e irrobustita, montante in estruso allargato per aumentare visibilità e robustezza, più maintenance-friendly.
    L’impianto elettrico e idraulico sono organizzati in due zone distinte per agevolare la manutenzione; la posizione della motoruota è stata progettata per consentire il cambio dell’anello di trazione senza bisogno di sollevare il carrello con carroponte.
    Più compatta, meno ingombrante di circa 3 cm rispetto agli attuali Speedy e Master.
  • il sistema di ribaltamento proporzionale laterale del carico fino a 360°, presentato in versione completamente elettrica e non più idraulica.
    Il sistema consente una maggior precisione nella rotazione e una minor manutenzione traducendosi di fatto in un prodotto più performante.
    Il sistema di ribaltamento è stato inoltre progettato per adattarsi alle diverse dimensioni dei cassoni: lunghezza fino a 1200 mm, larghezza da 800 mm a 1200 mm e altezza cassone da 600 mm a 1000 mm.
    Con lo stesso strumento si può ora manipolare circa l’80% dei cassoni in commercio con 1 unico prodotto. Infine, la regolazione delle braccia laterali avviene manualmente attraverso apposita leva ma è allo studio un’ulteriore versione completamente elettrica in grado di soddisfare anche il pubblico più “tech oriented”. 

Transpallet porta bobine extra robusto: il TPE HL PB AC-evo

Altra novità presente negli spazi espositivi del LogiMAT, il transpallet portabobine con struttura extra robusta per movimentare bobine, coil e rocchetti metallici e di legno, fino a 25 tonnellate, TPE HL PB AC-evo.

Questa macchina speciale prevede la guida con servosterzo di serie e viene equipaggiata su richiesta con sistema di guida a radiocomando per garantire una maggior visibilità del perimetro durante le operazioni di movimentazione.

La struttura extra robusta è realizzata interamente in acciaio per garantire maggior resistenza agli urti e il corpo di trazione oscillante assicura una trazione al 100% anche in presenza di pavimentazione non perfettamente liscia.
Questa caratteristica, unica delle macchine Armanni, consente alla ruota di trazione di toccare sempre il terreno garantendo trazione e operando separatamente dal gruppo di sollevamento che, essendo dislocato, può essere irrobustito e irrigidito per garantire la portata fino a 25 tonnellate. 

CP Light Mandrel, il contrappesato più compatto della linea

La terza innovazione che ha attirato l’attenzione dei visitatori del LogiMAT è il contrappesato più compatto della linea Armanni che ingombra solo 1 metro  quadrato.

La sua compattezza gli consente di essere la macchina più agile e compatta sul mercato e di girare praticamente su se stessa; in grado di sollevare fino a 500 kg nella versione con forche.

A Logimat era presente la versione “Mandrel” equipaggiata con manipolatore a retrazione pneumatica per la presa di bobine tramite anima interna. Una soluzione ideale per ruotare di 90° (da verticale a orizzontale e viceversa), bobine fino a 325 Kg senza toccare la superficie della bobina.

Il sistema con sollevamento proporzionale, la telecamera e il traslatore consentono all’operatore di afferrare la bobina con il minimo sforzo e il telaio contrappesato (senza zanche d’appoggio) consente l’approccio al pallet da qualsiasi posizione, riducendo drasticamente gli spazi di lavoro. 

DELTA CP PRF-F di Armanni: il carrello contrappesato di punta

In esposizione a Stoccarda anche il DELTA CP PRF-F, ossia il carrello contrappesato di punta della linea Armanni, dotato di pinza per la rotazione frontale di fusti fino a 300 Kg. Una soluzione completa e robusta per chi manipola quotidianamente fusti, magari su più turni.

Il telaio e la carteratura sono interamente in acciaio extra robusto e il servosterzo di serie garantisce un’ottima guidabilità e una riduzione degli spazi di movimentazione.
La presa e lo svuotamento frontale del fusto avviene in maniera proporzionale, elettro-idraulicamente, grazie alle leve poste nella zona comandi.

A questo modello è possibile aggiungere come optional, il sistema di pesatura grazie al quale è possibile monitorare la quantità di liquido versata durante lo svuotamento del fusto. 

Infine, al LogiMAT, Armanni ha presentato anche l’anteprima del suo nuovo sito internet, che sarà online nei prossimi mesi.
L’azienda ha mostrato le nuove importanti funzionalità che arricchiranno il già esistente spazio web tra cui la navigazione per settore industriale, che consentirà di indirizzare ancora meglio l’utente sul prodotto in grado di soddisfare le sue necessità di movimentazione.