Óscar Puente inaugura la 26esima edizione del SIL Barcelona, contrassegnata da innovazione e digitalizzazione

SIL è ritornata per un’altra edizione con tutta la sua forza, con 650 aziende partecipanti e il 35% di internazionalità, con la presenza di cinque continenti per un’edizione chiaramente all’insegna dell’innovazione e della digitalizzazione.
Determinata a riaffermare, come ogni anno, la propria vocazione e a posizionare la logistica come settore essenziale nella nostra vita quotidiana.

Non è un caso se quest’anno la cerimonia di apertura è stata presieduta dal ministro
dei Trasporti e della Mobilità Sostenibile, Óscar Puente, che è stato accompagnato da
il sindaco di Barcellona, ​​​​Jaume Collboni, dal ministro del Territorio della Generalitat di
Catalogna, Esther Capella, delegata speciale dello Stato presso i Consorci de la Zona
Franca di Barcellona (CZFB) Pere Navarro e dal direttore generale della CZFB, Blanca
Sorigué.

Salone Internazionale della Logistica (SIL): parola d’ordine, innovazione!

Innovazione a 360 gradi, quindi, al Salone Internazionale della Logistica dove sono state 120 le statup che hanno preso parte all’evento, con ben 176 nuovi prodotti presentati in esclusiva mondiale, un record che testimonia quanto SIL si sia affermata, negli anni, come vetrina globale dove presentare le innovazioni di un settore essenziale per l’economia.

Questa nuova edizione ha portato quindi in scena le ultime soluzioni tecnologiche applicate
alla logistica e le 650 aziende partecipanti, con un’agenda completa di oltre 150 eventi organizzati da le stesse imprese, oltre al vasto programma del SIL International Knowledge (con ben 320 speaker di altissimo livello).

Si stima che il SIL abbia avuto, anche quest’anno, un impatto economico sulla città e sulla sua area metropolitana di oltre 50 milioni di euro durante i tre giorni della sua celebrazione. Un indotto quindi piuttosto profittevole anche per la città di Barcelona, che ha visto la partecipazione di migliaia di visitatori.

Oggi SIL chiude i battenti, l’appuntamento non può che essere rinnovato alla prossima edizione!