Hyster presenta oggi le varie soluzioni di alimentazione disponibili per le attrezzature di grande portata allo stand G20 al TOC Europe 2024. Fino al 13 giugno, in fiera anche la tecnologia di alimentazione integrata agli ioni di litio per carrelli elevatori di grande portata

I porti e i terminal devono far fronte ad una crescente spinta all’elettrificazione, in quanto non devono solo raggiungere gli obiettivi di rendimento e produttività, ma anche obiettivi di sostenibilità, il tutto tenendo d’occhio l’impatto futuro”  ha dichiarato Lucien Robroek, Presidente di Technology Solutions per Hyster.
Le attrezzature di grande portata Hyster® utilizzano design collaudati ed efficaci insieme ai vantaggi di un gruppo motopropulsore elettrico per aiutare le attività a mantenere prestazioni elevate, ma con emissioni zero allo scarico, portando un’alimentazione pulita che significa business per porti e terminal”. 

Con una portata massima di 18 tonnellate, i carrelli elevatori elettrici Hyster ad alta capacità sono dotati di una batteria agli ioni di litio integrata che può essere ricaricata occasionalmente durante le pause dell’operatore.
Questo contribuisce a ottimizzare i tempi di piena operatività, senza effetti negativi sulla durata della batteria.

Hyster si impegna ad aiutare i clienti ad ottenere la giusta soluzione di alimentazione pulita per i loro carrelli elevatori di grande portata e attrezzature per la movimentazione di container. Questo approccio aiuta le aziende a raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni, anche in applicazioni in cui l’elettrificazione non sembrava possibile. 

Hyster ha già avviato progetti pilota, tra cui un movimentatore di container carichi alimentato a celle combustibili a idrogeno nel porto di Los Angeles e un ReachStacker alimentato a celle combustibili a idrogeno nel porto di Valencia in Spagna. Inoltre, Hyster ha pianificato i progetti pilota per 10 trattori portuali elettrici a batteria ad emissioni zero per terminal APM, un carrello per container vuoti alimentato a celle combustibili a idrogeno e un trattore portuale presso Hamburger Hafen und Logistik.

Hyster fornisce anche un’opzione HVO 100 (olio vegetale idrotrattato) per alcune attrezzature diesel per consentire significative riduzioni delle emissioni per coloro che iniziano la transizione verso l’elettrificazione portuale.

Niek Willems, responsabile di Business Development, Global Ports and Terminals per Hyster, parlerà di questi e altri argomenti in una sessione di relatori presso il TECH TOC Theater martedì 11 giugno alle 16.30, intitolata “Affrontare le sfide delle attrezzature e delle infrastrutture a zero emissioni”.

Per partecipare a TOC Europe, registrati sul sito:
https://www.tocevents-europe.com/en/home.html