L'ergonomia è un fattore importante da considerare per la sicurezza e la salute dei lavoratori nei settori della logistica e del magazzino. L'utilizzo di tecnologie innovative come l'intelligenza artificiale può aiutare le aziende a migliorare l'ergonomia delle postazioni di lavoro e a ridurre il rischio di infortuni.

Da una parte, l’ergonomia nell’uso del carrello è facilitata dalle innovazioni progettuali del carrello elevatore. Dall’altra, vi è l’importanza della postura corretta durante il sollevamento delle casse e la gestione delle merci, che precedentemente si basava soprattutto sulla formazione. Gli aspetti ergonomici nella conduzione di un carrello elevatore ricevono grande attenzione dai produttori, che vanno dalla struttura dei montanti alle sospensioni e ad altre funzionalità per il comfort. L’obiettivo primario rimane una visibilità ottimale.

Ottimizzazione ergonomica e visibilità nella movimentazione dei carichi

Durante la movimentazione di un carico con un carrello tradizionale, si può incontrare l’ostacolo della visibilità o la necessità per l’operatore di sollevare il carico in alto, richiedendo di guardare verso l’alto per monitorare il carico e, durante la retromarcia, di guardare indietro oltre la spalla. Un principio di progettazione fondamentale è quello di tenere la piattaforma di carico il più vicino possibile al suolo durante la movimentazione, con una cabina orientata in avanti che permette all’operatore di avere una visione completa del corridoio con un semplice girare la testa, mentre il carico rimane basso e si muove lateralmente attraverso il corridoio. Questo movimento laterale permette anche di avere corsie più strette rispetto ai carrelli standard. Generalmente, ci si può affidare ai costruttori per continuare a migliorare la visibilità e le caratteristiche ergonomiche, ma per quanto riguarda le attività estranee al carrello che implicano piegamenti e sollevamenti di merci su un pallet o una piattaforma di picking? La formazione su salute e sicurezza rappresenta l’approccio tradizionale per ottimizzare l’ergonomia di queste attività, ma cosa accadrebbe se si potesse applicare un po’ di tecnologia a un collaboratore per ricevere un feedback immediato sull’efficienza ergonomica con cui viene svolta l’attività?

La rivoluzione tecnologica nell’ergonomia e sicurezza sul lavoro

Si è scoperto che questa tecnologia è già una realtà e il dispositivo per la cattura delle immagini può essere qualsiasi dispositivo mobile moderno dotato di una videocamera di qualità, che fornisce una piattaforma di visione per la valutazione del rischio di infortunio negli ambienti produttivi. Invece di ricorrere a sistemi di visione artificiale fissa, un esperto in salute, sicurezza e ambiente (HSE) utilizza questa soluzione per registrare un video di un operatore al lavoro. Il filmato viene poi caricato su una piattaforma cloud, dove entra in azione il software di valutazione del rischio ergonomico basato su intelligenza artificiale, che confronta i movimenti dell’operatore con le best practice del settore per la movimentazione ergonomica di carichi pesanti. Tale soluzione trova applicazione in diversi ambiti e processi, ma è particolarmente utile nelle attività di movimentazione casse nei magazzini, inclusa la preparazione degli ordini su pallet. Tra le aziende che stanno adottando questa tecnologia vi sono i fornitori di servizi logistici di magazzino (3PL). Generalmente, è un professionista HSE a registrare il video e a utilizzare il software cloud, anziché un responsabile operativo.