Una nuova era per Cubor Car Guardare al futuro con le radici ben salde nel passato. Kaizen e hoshin: un binomio imprescindibile per l'azienda

Nel cuore della provincia bresciana, un’azienda si rinnova grazie alla passione del suo amministratore, portando avanti un’eredità trentennale di eccellenza e innovazione.
Questa è la storia imprenditoriale di Cubor Car, oggi guidata da Alessandro Borghi, che abbraccia il cambiamento con ardore contagioso, mantenendo saldo il legame con in DNA aziendale, intatto nel corso degli anni.

Fondata nel 1986 da Valentino Borghi, Cubor Car è molto più di una concessionaria di un marchio di eccellenza come Toyota. È un luogo dove la passione trova riscontro in un territorio fatto di realtà lavorative concrete e genuine ed il cliente è un partner nella missione di perfezionamento continuo.
Da oltre ventanni, Cubor Car incarna i valori del Toyota Way, seguendo i suoi insegnamenti con costanza e precisione.
Il rispetto per ogni ruolo e la ricerca incessante del miglioramento sono tessuti nellanima stessa dellazienda. 

Una nuova era per Cubor Car

Con l’entrata di Alessandro Borghi nel 2015, figlio del fondatore Valentino, Cubor Car ha intrapreso un viaggio di trasformazione che oggi la conduce a rafforzare la sua storicità e la sua grande aspirazione verso un futuro sostenibile, digitale e quanto più possibile connesso al cliente.
La visione di Alessandro ha plasmato una nuova era per l’azienda, guidata da tre pilastri fondamentali:

  • Miglioramento delle performance (kaizen)
  • Condivisione delle risorse (yokoten)
  • Abbattimento delle attività che generano sprechi.

Limplementazione del Toyota Production System è stata la linfa vitale per la trasformazione di Cubor Car: ha permesso di ripensare ogni aspetto, flusso e processo, in ottica di un miglioramento continuo che abbraccia tutta la dimensione aziendale. 

Gli aspetti del T.P.S. riguardanti la produzione sono stati interpretati e allineati alle esigenze di un azienda che fornisce prodotto e servizio.

Guardare al futuro con le radici ben salde nel passato

Alessandro raccoglie la filosofia lavorativa del padre, valorizzandola con una forte tensione verso lorizzonte del futuro.
La digitalizzazione, la sostenibilità e linnovazione vanno a braccetto rappresentando un patrimonio da conoscere, implementare, fare proprio. 

Lo si percepisce nella progettazione degli spazi della nuova sede, nella grande cura verso la formazione e la sicurezza, nella ricerca di innovazione da offrire al cliente, così come nella scelta del magazzino automatico verticale e nella prossima gestione digitale del ricambio e di tutta la filiera legata al service. 

Kaizen e Hoshin-Kanri: un binomio imprescindibile per Cubor Car 

Le novità in casa Cubor sono tante.
E non sono fatte di soli circuiti e mattoni. Sono fatte di persone, che approcciano ogni giorno al Kaizen con fermezza e pazienza, affrontando ogni sfida con determinazione e spirito di squadra.
La cultura aziendale, intrisa di umanità e rispetto reciproco rende Cubor Car uno spazio di lavoro e condivisione, di rispetto e miglioramento continuo con la bussola saldamente puntata verso la sua mission:

LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

Cubor Car non è solo una storia di successo commerciale. È una storia di passione, dedizione e amore per larte della movimentazione. 

È una storia che continua a scriversi ogni giorno, con ogni nuovo cliente che si unisce alla sua famiglia, con ogni nuovo traguardo raggiunto e tanto lavoro.
È un sogno che prende forma”, come sottolinea il CEO Alessandro Borghi, “unidea che si trasforma ogni giorno in realtà, unesperienza che cambia le vite di chiunque contribuisca ad arricchirla con il suo personale valore aggiunto“.