Scaffalature porta pallet

La valutazione dei rischi è necessaria per la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Lo è ancor di più quando si parla di scaffalature porta pallet, data la potenziale gravità dei rischi connessi a queste strutture.
Insieme e grazie a un documento Inail, la Guida tecnica per la scelta, l’uso e la manutenzione delle scaffalature porta pallet, approfondiamo le caratteristiche della valutazione dei rischi per le scaffalature porta pallet, analizzando i principali passi da seguire e le diverse tipologie di rischi da considerare.

Per comprendere appieno il concetto di valutazione dei rischi per le scaffalature porta pallet, è necessario chiarire alcuni termini chiave. E cioè cosa si intende per:

  • Pericolo: proprietà intrinseca di un determinato fattore che ha il potenziale di causare un danno
  • Rischio: probabilità di raggiungere un determinato livello di danno a seguito dell’esposizione a un pericolo
  • Valutazione dei rischi: processo di analisi sistematica di tutti i pericoli e rischi presenti nell’ambiente di lavoro, finalizzato all’identificazione delle adeguate misure di prevenzione e protezione.

Ma scopriamo meglio, attraverso il documento Inail quali sono le diverse fasi della valutazione rischi per le scaffalature porta pallet.

Scaffalature porta pallet - Inail

Le 5 fasi della valutazione dei rischi per le scaffalature porta pallet

La valutazione dei rischi per le scaffalature porta pallet segue un processo strutturato che può essere suddiviso in almeno 5 fasi principali, che sono:

  1. Identificazione dei pericoli: la prima fase consiste nell’identificare tutti i pericoli potenziali associati alle scaffalature porta pallet. Ciò include la considerazione di fattori come la stabilità della struttura, la corretta movimentazione dei carichi, le condizioni di manutenzione e l’esposizione a urti o vibrazioni

  2. Stima del rischio: solo successivamente, è possibile stimare la probabilità che si verifichi un danno a seguito dell’esposizione a ciascun pericolo identificato. La stima del rischio deve considerare fattori quali la frequenza di utilizzo delle scaffalature, la gravità potenziale del danno e l’efficacia delle misure di prevenzione già adottate

  3. Valutazione dell’accettabilità del rischio: in questa terza fase, si valuta se il livello di rischio stimato è accettabile o meno. Se il rischio è inaccettabile, è necessario implementare misure di prevenzione e protezione adeguate per ridurlo a un livello accettabile

  4. Eliminazione o riduzione del rischio: la fase successiva consiste nell’eliminare o ridurre il rischio il più possibile. Ciò può comportare diverse azioni, tra cui la modifica della struttura delle scaffalature, l’adozione di dispositivi di sicurezza, la formazione dei lavoratori e l’implementazione di procedure di lavoro sicure.

  5. Documentazione della valutazione dei rischi: infine, è fondamentale documentare l’intero processo di valutazione dei rischi, conservando i registri delle attività svolte, delle decisioni prese e delle misure di prevenzione e protezione adottate.

Scaffalature porta pallet - Inail

Tipologie di rischi per le scaffalature porta pallet

A questo punto, i rischi connessi alle scaffalature porta pallet vengono chiaramente suddivisi in diverse categorie, in base alle diverse attività svolte.

  • Rischi durante il montaggio, smontaggio e riconfigurazione delle scaffalature che includono la caduta di componenti, il cedimento della struttura e gli schiacciamenti
  • Rischi durante la movimentazione delle unità di carico legati alla caduta dei carichi, al ribaltamento delle scaffalature e agli urti contro la struttura
  • Rischi durante il deposito e prelievo delle unità di carico come caduta di oggetti dalle scaffalature, l’instabilità dei carichi e gli urti contro la struttura
  • Rischi durante lo stoccaggio delle unità di carico: i principali sono legati al sovraccarico delle scaffalature, al cedimento della struttura e alla caduta di oggetti
  • Rischi durante le attività di ispezione, manutenzione e riparazione delle scaffalature: questi rischi includono la caduta dall’alto, l’esposizione a sostanze pericolose e gli schiacciamenti
  • Rischi durante il transito pedonale e le attività lavorative in prossimità della scaffalatura come la caduta di oggetti dalle scaffalature, agli urti contro la struttura e agli inciampi.

In contesti soggetti a sismicità, la valutazione dei rischi per le scaffalature porta pallet deve prestare particolare attenzione anche al rischio sismico.
In questi casi, è necessario considerare quindi la progettazione sismica delle scaffalature, l’adozione di dispositivi antisismici e la definizione di procedure di evacuazione in caso di terremoto.