4CleanPro Twist 40

Il settore del cleaning ha preso molto sul serio la missione della transizione green. Gli operatori del comparto stanno infatti agendo per fare in modo che, non solo le operazioni di pulizia diventino sempre più sostenibili, ma che anche le macchine da loro progettate e realizzate, abbiano un impatto sempre minore sull’ambiente.
La sfida verso una maggiore sostenibilità si gioca infatti su più piani.

Il primo è quello di rendere le pulizie meno impattanti, riducendo quindi l’utilizzo di risorse come l’acqua e di detergenti chimici inquinanti che si disperdono nell’ambiente.

Un altro piano su cui si gioca la transizione green verso la sostenibilità è quello della costruzione delle macchine per pulire. Sempre più spesso le macchine vengono realizzate con una filosofia che guarda all’economia circolare, quindi progettate e realizzate con materiali riciclati e con logiche di ottimizzazione delle risorse.

Uno degli esempi più recenti di questa tendenza è rappresentato da 4CleanPro che ha presentato al mercato la sua nuova Twist 40: una piccola lavapavimenti da 15 litri, completamente made in Italy.

Patrick Vangestel, AD 4CleanPro con la Twist 40
Patrick Vangestel, AD 4CleanPro con la Twist 40

Twist 40, realizzata con un’ottica di sostenibilità e recupero dei materiali, riduce l’impatto ambientale delle operazioni di pulizia, senza rinunciare a efficienza e efficacia.

Analizziamo più da vicino questa nuova macchina lavapavimenti, vista in azione all’ultima edizione della fiera Interclean.

La PROGETTAZIONE green della Twist 40

La progettazione di questa macchina lavapavimenti risponde alle esigenze e alle sensibilità più recenti del mercato. Gli attuali sviluppi e aggiornamenti in ambito tecnologico consentono infatti di realizzare macchine sia efficienti, ma che non tradiscono la sensibilità crescente del mercato verso le tematiche ambientali.

4CleanPro, per la realizzazione della nuova Twist 40, ha fatto delle scelte rivoluzionarie:

  • il 30 % del materiale utilizzato per la realizzazione dei serbatoi proviene da tappi di bottiglie, il 70% da scarti di lavorazione
  • tutta la carpenteria metallica è in acciaio inox AISI 304 estratto al 100% da rottami
  • la componentistica del motore di aspirazione, le spazzole e le guarnizione sono riciclabili

Ma la Twist 40 non è un’eccezione virtuosa. La filosofia della sostenibilità di 4CleanPro sta contagiando anche il resto della gamma.

Il Produttore infatti ha scelto di dotare i suoi ultimi 3 modelli di macchine lavapavimenti di diversi componenti comuni (scheda, spazzole, filtri di aspirazione, lame di aspirazione, motore spazzole e motori di aspirazione), permettendo una razionalizzazione e una ecologia della componentistica.

Materiali riciclati e componentistica ecologica non significa rinunciare alla longevità della macchina. Anzi, proprio grazie alla qualità dei materiali e alle metodologie di assemblaggio, 4CleanPro garantisce una lunga vita della macchina, oltre a pulizia profonda, nel rispetto dell’ambiente.

Twist 40 4CleanPro

La PULIZIA green della Twist 40

La nuova Twist 40 ha una capacità e un’autonomia tali da permettere di pulire e igienizzare 1200 metri quadrati in un’ora usando solo 36 litri d’acqua e consumando solo 0,5 kW di energia.

Grazie alla testata completamente girevole e alla funzione di bloccaggio del manico a varie angolazione, la Twist 40 è agile da manovrare ed esegue una pulizia efficace,  in tutti gli angoli e anche sotto i tavoli.

Le spazzole e il tergitore seguono perfettamente la direzione impostata e sono in grado di asciugare anche in retromarcia.

La Twist 40 comunica con l’operatore tramite un display digitale.
Ha una potenza di aspirazione regolabile, batteria al litio e cavo multi tensione.
Grazie all’ampia gamma di spazzole e dischi, sia abrasivi che in microfibra, si adatta a tutte le superfici.

Infine si può avere su richiesta in colori personalizzati e viene spedita con un imballaggio totalmente riciclabile.

Per maggiori informazioni:

https://www.4cleanpro.com/
com@4cleanpro.com
(+39) 327 589 5500