guida alla disinfestazione dalle zanzare sui luoghi di lavoro

Le zanzare, oltre a rappresentare un fastidioso inconveniente, possono essere portatrici di malattie gravi come la dengue, la chikungunya e la febbre gialla. Per questo motivo, la disinfestazione dalle zanzare nei luoghi di lavoro è un’operazione fondamentale per tutelare la salute dei dipendenti e garantire un ambiente di lavoro sano e sicuro.

Perché è importante la disinfestazione zanzare nei luoghi di lavoro?

Le zanzare possono proliferare facilmente negli ambienti esterni e interni dei luoghi di lavoro, soprattutto in presenza di acqua stagnante o vegetazione rigogliosa.
La loro presenza può causare una serie di problemi che disturbano il lavoro: dal semplice fastidio che causa la puntura di zanzara, fino anche a problemi più gravi, visto che questi insetti possono anche essere portatori di malattie.
Un altro problema a volte sottovalutato è quello dell’immagine aziendale: la presenza di zanzare in un luogo di lavoro può dare un’immagine negativa, di sporco, poca attenzione e cura, dell’azienda ai clienti e ai fornitori.

Come prevenire le infestazioni di zanzare nei luoghi di lavoro?

Per prevenire le infestazioni di zanzare nei luoghi di lavoro è importante adottare alcune semplici misure:

  • Eliminare i ristagni d’acqua: eliminare qualsiasi fonte di acqua stagnante, come sottovasi, bidoni dell’acqua piovana o pneumatici usati.
  • Manutenzione delle aree verdi: mantenere le aree verdi curate e potate, eliminando le erbacce alte e i cespugli fitti.
  • Installazione di zanzariere: installare zanzariere alle finestre e alle porte per impedire l’ingresso delle zanzare negli edifici.
  • Utilizzo di repellenti: fornire ai dipendenti repellenti antizanzare da utilizzare all’aperto.

Quando è necessario effettuare la disinfestazione zanzare?

Quelle che abbiamo appena elencato sono semplici “buone prassi” che applichiamo anche nella vita domestica. Sul luogo di lavoro però può rendersi necessaria anche la disinfestazione professionale dalle zanzare, da effettuare regolarmente, soprattutto durante i periodi di maggiore proliferazione di questi insetti, ovvero nei mesi primaverili e estivi. Si tratta di un intervento da effettuare rivolgendosi a un’azienda specializzata nella disinfestazione, per un intervento professionale e sicuro.
L’azienda specializzata effettuerà un sopralluogo del luogo di lavoro per valutare la situazione e definire il piano di disinfestazione più adatto.

Quali sono gli infestanti più comuni nelle aree aziendali e industriali

La proliferazione di insetti infestanti, tra cui le zanzare, dipende da una combinazione di fattori che rendono unica ogni azienda. Dipende dalla conformazione strutturale dell’edificio, dall’ambiente in cui si trova, dalla tipologia di merce trattata, dalle lavorazioni che vengono effettuate, dai prodotti utilizzati… solo per dire alcune variabili.
Nonostante questa grande variabilità, possiamo comunque individuare alcuni infestanti più comuni che possiamo trovare nelle aree aziendali e industriali:

  • Zanzare: luoghi con fonti d’acqua e di umidità come i giardini e i cortili
  • Formiche: attratte da umidità e sostanze dolci o grasse
  • Scarafaggi: attirati da fonti di calore, acqua e cibo
  • Mosche: in luoghi con materia in decomposizione e immondizia
  • Topi: elevata presenza di cibo e acqua
  • Vespe e calabroni: in giardini e cortili

Metodi e tecniche di disinfestazione

Esistono diverse metodologie di disinfestazione per le zanzare, come la disinfestazione adulticida, larvicida e con trappole.
In generale le tecniche di disinfestazione vengono scelte in relazione al contesto, tipo di infestante, l’intensità, condizioni atmosferiche, tipologia di ambiente…

Nelle aree interne una delle principali tecniche di disinfestazione consiste nella diffusione di liquidi negli ambienti tramite pompe a pressione, vapori caldi o freddi, bombolette insetticide.
La disinfestazione nelle aree esterne riguarda principalmente insetti come api, vespe e zanzare.
Per questi infestanti, zanzare in particolare, la procedura più efficace è a più fasi:

FASE 1: disinfestazione antilarvale in primavera
FASE 2: disinfestazione adulticida a seguire

A queste 2 fasi se ne aggiunge una terza, da tenere presente in ogni attività di disinfestazione che non riguarda solo le zanzare: la fase di monitoraggio e controllo continuo con implementazione di misure preventive.

Continua ad approfondire:

Sanificazione o disinfestazione? Il linguaggio della pulizia professionale